Titolo

Dimensioni font: A- A+

Home > Documentazione > Notiziario Distrettuale > Notizie dal distretto > 23 Febbraio, il Rotary compie 116 anni

Scarica l'articolo in PDF

23 Febbraio, il Rotary compie 116 anni

Il Governatore Letizia Cardinale: "I Club di tutto il mondo sono impegnati a sostenere il lavoro della sanità mondiale contro la pandemia"

Il 23 febbraio il Rotary festeggia in tutto il mondo l’anniversario della nascita dell’Associazione avvenuta nel 1905. Quest’anno si spengeranno 116 candeline. Il Rotary coglie questa occasione per sottolineare la sua visione, che è quella di credere in un mondo dove tutti i popoli, insieme, promuovono cambiamenti positivi e duraturi. 

Il Governatore Letizia Cardinale ha ricordato nella sua lettera mensile: "Il 23 Febbraio ricorre l’anniversario della fondazione del 1° Rotary Club, e non a caso Febbraio è anche il mese della Costruzione della Pace e della prevenzione dei conflitti. Due momenti importanti e significativi per la vita del nostro sodalizio, che compie quest’anno 116 anni dedicati a promuovere fratellanza e pace.
Vorrei cogliere il significato di tale ricorrenza in un momento in cui l’umanità intera affronta una delle più gravi pandemie sanitarie della storia più recente, che fino ad oggi ha provocato oltre novanta milioni di contagiati e due milioni di decessi.
I Rotary Club di tutto il mondo sono impegnati a sostenere il lavoro della sanità mondiale con forniture di attrezzature per gli ospedali. Un impegno comune, tempestivo, costante e senza sosta di oltre 36.000 Club che popolano il mondo del Rotary, un’azione quindi straordinaria che si concretizza spontaneamente ovunque. Una testimonianza che ogni Club non si identifica solo nei bisogni del proprio territorio o Distretto, ma opera in unità di intenti con tutti i Rotary Club del mondo per costruire opportunità di pace.
Sono molte le popolazioni che necessitano di tale presenza, sono molte le esigenze che i nostri Club tentano di soddisfare per “prevenire” conflittualità latenti, epidemie, povertà insorgenti, esigenze di ricerca di acqua potabile, di scolarizzazione in paesi molto poveri o di alleviare la fame. Iniziative sempre rivolte alla parte vulnerabile della società mondiale. Il 23 febbraio si celebra questo impegno, che ogni Club è invitato a diffondere, tra i soci come nelle comunità in cui opera, per affermare il principio rotariano di servire la società e creare opportunità di concordia, di comprensione internazionale, spirito di amicizia, e pace.
E dunque Febbraio - ha concluso il Governatore - è un mese speciale, nel corso del quale i Rotary Club sono incoraggiati ad operare con programmi diretti a favorire la buona volontà anche con riconoscimenti a favore di persone del territorio, non rotariane, che abbiano compiuto azioni che rientrino nella concezione del servire secondo i principi ed i Valori del Rotary".

Il Rotary - ricordiamo - è impegnato in sette aree d'intervento per creare relazioni internazionali, migliorare vite e creare un mondo migliore per sostenere i nostri sforzi volti a edificare la pace e per la tutela dell’ambiente.  L’impegno più grande resta quello di eradicare la polio dal mondo: il grande traguardo è sempre più vicino: dai 350.000 casi all’anno quando il progetto prese il via nel 1979 con la vaccinazione di sei milioni di bambini nelle Filippine si è giunti a pochi casi tutti concentrati in Pakistan e Afghanistan, che oggi sono i soli due Paesi dove la polio rimane endemica. 

Sono trascorsi 116 anni da quando Paul Harris diede vita al Rotary a Chicago insieme a tre amici (l’ingegnere minerario Gustavus Loehr, ul commerciante Sylvester Schiele e il sarto Hiram Shorey). Alla sua morte, nel 1947, da un gruppo di quattro persone il Rotary si era trasformato in 6.000 club in oltre 70 Paesi, con 300.000 soci. Lo scopo era quello di consentire a professionisti di vari settori di incontrarsi per scambiare idee, instaurare amicizie significative e durature e migliorare la loro comunità.
Oggi i soci sonoun milione e 200mila nel mondo e i Club più di 35mila. Il Rotary è suddiviso da 530 Distretti e in Italia sono 13 (14 il prossimo anno). I Club del nostro Distretto sono 65 e i soci 3215 al 1° febbraio.

“Paul Harris – ha affermato di recente il segretario generale del Rotary John Hewko - non aveva quelle qualità straordinarie che caratterizzano una persona su un milione, non era il primo a sentirsi solo dopo essersi trasferito in una metropoli, non era nemmeno il miglior attivista di Chicago. Ma ha saputo articolare una visione che ha ispirato altre persone. Partendo da una sua necessità personale, ha saputo fondare uno straordinario social network ben prima dei tempi di Facebook o Linkedin. E ha saputo cogliere l’occasione per trasformare un club di amici in un’organizzazione con uno scopo ben più ampio”.

(Lunedì 22 Febbraio 2021)

Torna indietro