Titolo

Dimensioni font: A- A+

Home > Documentazione > Notiziario Distrettuale > Notizie dal distretto > Il premio “Galilei” assegnato ai professori McLure e Bonadonna

Scarica l'articolo in PDF

Il premio “Galilei” assegnato ai professori McLure e Bonadonna

La premiazione avverrà in via telematica sabato 3 ottobre alle ore 11.30

I professori Michael McLure della University of Western Australia e Costanza Bonadonna, dell'Università di Ginevra sono i vincitori del premio “Galileo Galilei” 2020 dei Rotary Club italiani. Anche questa importante manifestazione avrà la cerimonia di premiazione in via telematica sabato 3 ottobre con inizio alle ore 11.30 a causa delle limitazioni imposte dal Covid.

Il programma prevede i saluti del Rettore dell’Università di Pisa Paolo Maria Mancarella, del sindaco di Pisa Michele Conti, del presidente della Fondazione “Premio Galilei” Marco Mancini e del Governatore del Distretto 2071 Letizia Cardinale. Seguiranno la lettura delle motivazioni delle giurie e i discorsi dei professori McLure e Bonadonna. Il link per assistere alla cerimonia è pubblicato sul sito www.premiogalilei.it.

Il Premio Galilei, considerato a livello internazionale quasi come un Nobel italiano, viene assegnato in due ambiti, quello umanistico e quello delle scienze della natura. Il primo, istituito nel 1962, è un riconoscimento per quei grandi studiosi stranieri che, ad altissimo livello, hanno onorato l’Italia con opere fondamentali, dedicando la loro esistenza alla civiltà italiana e che hanno assunto l’Italia quasi come loro seconda patria. Il secondo, istituito nel 2006, ha lo scopo di estendersi a tutte le branche della scienza, soprattutto, appunto quelle della natura, che nel XXI secolo hanno raggiunto ormai anche in Italia vette altissime. I premi sono assegnati da due distinte giurie nominate dal Rettore dell’Università di Pisa. La giuria per il premio umanistico, che viene attribuito ad uno studioso straniero, è formata da studiosi italiani. La giuria per il premio scientifico, che viene invece attribuito ad uno scienziato italiano, è formata da scienziati stranieri. 

La Giuria del Premio Internazionale Galileo Galilei 2020, nominata dal Rettore dell'Università di Pisa e composta dai Professori Marco Guidi, Manuela Mosca, Paola Nardone e Gaetano Sabatini, ha designato a ricevere il Premio Galilei per la Storia Economica Italiana il Professore Michael McLure della University of Western Australia.

Michael McLure è professore di economia e di storia del pensiero economico nella Faculty of Arts, Business, Law and Education della University of Western Australia a Perth. La sua principale area di interesse è la storia del pensiero economico, con particolare riferimento al contributo di Vilfredo Pareto. Da qui il suo stretto legame con l’Italia, che visita spesso e con cui ha da tempo intensi rapporti, anche grazie alla sua perfetta conoscenza della nostra lingua.

La Giuria del Premio Galilei per la Scienza, nominata dal Rettore dell'Università di Pisa e composta dai Professori Haakon Fossen, Serge Lallemand, Nick Petford e Urs Schaltegger, ha designato a ricevere il Premio Galilei per le Scienze della Terra la Professoressa Costanza Bonadonna, dell'Università di Ginevra.

“In qualità di Commissione nominata dal Rettore Prof. Paolo M. Mancarella per identificare un destinatario all'interno della disciplina delle Scienze della Terra – si scrive nella motivazione - abbiamo completato il nostro lavoro e individuato uno scienziato che riteniamo meriti molto di ricevere questo premio. Il compito di selezione è stato tutt'altro che facile, poiché ci siamo subito resi conto che ci sono molti scienziati italiani di alto livello con carriere impressionanti e un solido impatto internazionale, così come ci sono diversi modi per classificare questi candidati. Siamo felici di aver scoperto una comunità di ricerca italiana di scienze della terra molto sana e vivace che si estende ben oltre i confini politici italiani, e la Commissione è particolarmente felice di scoprire che un numero notevole di scienziate italiane ha raggiunto un livello che, a nostro avviso, si qualifica per ricevere questo premio prestigioso. Abbiamo scoperto che la maggior parte di questi ricercatori si trova a metà piuttosto che alla fine della sua carriera scientifica, ed è stato tra questi che alla fine abbiamo selezionato il vincitore. Dopo approfondite considerazioni e discussioni, la Commissione ha l'onore di dichiarare la dott.ssa Costanza Bonadonna Vincitrice del Premio Galileo Galilei 2020”.

Saverio Sani

 

(Mercoledì 30 Settembre 2020)

Torna indietro