Titolo

Dimensioni font: A- A+

Home > Documentazione > Notiziario Distrettuale > Notizie dal distretto > Terzo Settore e volontariato, una risorsa per il Paese: a Pisa la giornata di studio in memoria del PDG Riccomagno

Scarica l'articolo in PDF

Terzo Settore e volontariato, una risorsa per il Paese: a Pisa la giornata di studio in memoria del PDG Riccomagno

Ad aprire i lavori il Governatore del Distretto 2071 Giampaolo Ladu, che ha ricordato lo scomparso Governatore Massimiliano Tacchi

PISA - Si svolta sabato 19 gennaio a Pisa, presso la Sala Gagliardi della Società Navicelli la giornata di studio in memoria del PDG Carlo Riccomagno. Ad aprire i lavori il Governatore del Distretto 2071 Giampaolo Ladu, che ha ricordato lo scomparso Governatore Massimiliano Tacchi, il quale – ha sottolineato Ladu – “avrebbe voluto vedere realizzato questo progetto”.

Spazio poi all’intervento di un altro PDG, Paolo Margara, che, oltre a tratteggiare gli obiettivi del Rotary per i corsisti presenti, ha offerto un ritratto di Carlo Riccomagno, visto come Past Governatore, ma anche come amico con il quale ha condiviso tante esperienze rotariane.

Quest’anno la Borsa Riccomagno è dedicata ai giovani impegnati nel volontariato ed ha come tema la nuova normativa che riguarda il Terzo Settore, argomento scelto perché in sintonia con il pensiero e l’operato di Carlo.

Il notaio Maria Antonietta Denaro del R.C. Cascina ha poi tratteggiato, in modo chiaro e completo, sottolineando i temi più vicini ai corsisti presenti, l’architettura della riforma e il quadro legislativo. Al termine della relazione un vivace dibattito ha confermato l’interesse suscitato dagli argomenti.

La parola è poi passata a Paolo Profeti, collaboratore di Cesvot e esperto del Terzo Settore. Nel suo intervento, Profeti ha definito i soggetti associativi, le caratteristiche richieste dalla nuova normativa agli Enti, le nuove possibilità che si aprono e le opzioni che invece scompaiono. Anche la sua presentazione ha suscitato molte domande alle quali ha risposto con grande competenza.

C’è stato anche uno spazio dedicato ai corsisti, che hanno avuto modo di raccontare il loro impegno nelle associazioni di appartenenza. Una giornata ed un dibattito che hanno reso chiara ancora una volta l’importanza del volontariato ed il ruolo fondamentale che le associazioni ricoprono sul nostro territorio. Confermata anche l’ipotesi secondo la quale il volontariato ha anche una dimensione e un valore economico: si calcola che valga 5 punti di Pil, oltre 70 miliardi di euro. In Italia sono circa 6 milioni le persone che dedicano gratuitamente il loro tempo a chi ha più bisogno.

Nel pomeriggio Roberto Sclavi ha tenuto sull’attenti tutto l’uditorio con una esposizione brillante e coinvolgente su un tema molto tecnico: gli aspetti contabili e fiscali del volontariato, che è riuscito a rendere comprensibile e usufruibile per tutti i non addetti.

Infine Antonella Fascetti del R.C. Viareggio Versilia ha proposto una serie di immagini e video di grande impatto, mirati a evidenziare l’importanza della comunicazione, verso l’esterno e verso l‘interno delle Associazioni. Ha parlato di marchio e identità visiva, di relazioni con l'esterno, di sponsor e partecipazioni.

Su ogni argomento si è svolto un dibattito interessato e partecipato, nel quale i relatori si sono messi a disposizione precisando, ampliando, approfondendo le questioni sollevate dal pubblico.

 

(Venerdì 25 Gennaio 2019)

Torna indietro