Titolo

Dimensioni font: A- A+

Home > Documentazione > Notiziario Distrettuale > Le lettere del Governatore > SEMINARIO NUOVE GENERAZIONI, ETICA E LEADERSHIP

Scarica l'articolo in PDF

SEMINARIO NUOVE GENERAZIONI, ETICA E LEADERSHIP

Livorno 10 settembre 2016 Grand Hotel Palazzo

Sabato 10 Settembre in una bella giornata di fine estate, presso il Grand Hotel Palazzo di Livorno si è tenuto il Seminario dedicato alle Nuove Generazioni, Etica e Leadership. Il Grand Hotel Palazzo di Livorno rappresenta da sempre la storia del Rotary Livornese e quindi questo evento assume anche un significativo valore simbolico. Sono intervenuti oltre centosettanta tra soci, ospiti ed accompagnatori nella bella sala prospicente il lungomare di Livorno. Dopo i saluti del DGE e DGN, il Governatore ha tracciato l’introduzione ai lavori che è proseguita con un intervento dell’Istruttore Distrettuale Gennaro Maria Cardinale, poi successivamente i due moderatori incaricati Giuseppe Bellandi e Giovanni Padroni, Presidenti delle rispettive Commissioni Nuove Generazioni ed Etica e Leadership, hanno analizzato varie problematiche sui temi della giornata stimolando un vivace dibattito che ha coinvolto molti dei presenti. L’importanza di questi argomenti tipicamente al centro degli interessi e dell’essere rotariano ha evidenziato la necessità di un costante dialogo per favorire e migliorare la formazione dei soci. A seguire è intervenuto il Professor Franco Vaccari, Presidente di Rondine Cittadella della Pace, che ha parlato di questa importante realtà che da diciotto anni si occupa di favorire i processi di pace ospitando e facendo studiare e vivere insieme con un continuo e costante confronto giovani studenti di paesi in conflitto tra di loro. Al termine Claudia, moglie del Governatore, con la testimonianza di due giovani ragazze provenienti dall’Armenia e dall’Azerbaijgian, ha esposto il suo progetto che intende realizzare presso Rondine, un Campus di due mesi per 10 giovani donne (5 per ogni paese) adeguatamente selezionate e motivate affinché possano divenire leader e ambasciatori di pace nei loro paesi di origine.

(Lunedì 19 Settembre 2016)

Torna indietro